Astore

Nome italiano: Astore

Nome scientifico: Accipiter gentilis Arrigonii

Nome sardo: Astore puddagliu

Famiglia: Accipitridi

astore
astore Foto A.Congiu

Il capo dell’astore è quasi nero, le parti superiori grigio brune e il sottocoda bianco. L’occhio dell’astore è rossiccio, il becco è molto adunco e la lunga coda squadrata. Fra il maschio e la femmina c’è una grande differenza, infatti la femmina è più grande. L’astore abita nei boschi maturi di lecci, castagni e roverelle. Caccia ai margini della foresta e nelle radure, è veloce e silenzioso, le prede preferite sono colombacci, ghiandaie, picchi, cornacchie ecc; a volte anche conigli, leprotti e galline. Costruisce un grande nido sui rami più alti di grossi alberi, depone 2- 4 uova, la femmina le cova e il maschio provvede alla caccia. L’astore è una specie particolarmente protetta, rarissima e di un grande interesse naturalistico

I commenti sono chiusi.