La lepre

Nome italiano: Lepre

Nome scientifico: Lepus capensis

Nome sardo olianese: Lepore

Famiglia: Leporidi

lepre sarda
lepre sarda

Ha gli occhi grandi, con pupilla rotonda, orecchie lunghe e orlate di nero, coda corta; arti anteriori sottili e molto più corti dei posteriori che sono robusti e ben sviluppati, cinque dita con unghie piatte nelle zampe anteriori, necessari per la sopravvivenza come la proverbiale velocità nella corsa. Ha il manto color fulvo, il dorso di tonalità scura, con colori che vanno dal rosso al castano, che le consente di mimettizzarsi perfettamente tra i colori della macchia mediterranea. Sulla nuca ha una macchia rosata con forte mescolazione di nero a macchie grosse. Vive in terreni in genere pianeggianti con macchia mediterranea; anche in vigneti, in tutta la Sardegna. Si accoppia per quasi tutto l’anno, ma soprattutto da febbraio ad ottobre: la gravidanza dura 42-44 giorni, la maggior parte delle nascite avviene in maggio giugno e vengono partoriti 1-2 piccoli soltanto.

I commenti sono chiusi.