pane carasau

 Pane carasau

o meglio Harasau come si dice a Oliena.

pane carasau

pane harasau

Fino ad alcuni decenni fa tutte le fasi della lavorazione del pane carasau  si svolgevano manualmente, oggi la tecnologia è entrata anche nella preparazione del pane senza per questo perdere la genuinità e il gusto e l’altissima qualità del prodotto.

Ingredienti:

semola e farina di grano duro preferibilmente coltivato e lavorato in Sardegna. ( Fortunatamente l’unico molino presente a Oliena, il molino Masala, usa solo grano prodotto in Sardegna)

lievito di birra: la quantità cambia a seconda delle stagioni, in quantità inferiore durante la stagione calda altrimenti “su pane si che passada”

sale: circa 20 g per kg di farina

acqua

 

S’IMPASTONGIU

IMPASTATRICE

 

La semola e la farina vengono versate nell’impastatrice con acqua, sale e lievito di birra.

 

si lascia impastare per mezz’ora.

 

 

S’AMANIONGIU

PALLE DI PASTA

Si formano tante palle di pasta che vengono lasciate riposare fino a quando diventano ben lievitate.

Per ottenere un disco di pane di 40 cm di diametro ci vogliono circa 200g di pasta

 

 

 

 

SU PESONGIU

stende la pasta

La pasta viene leggermente spianata con il mattarello: “su tuttureddu

 

 

 

 

STENDE IL PANEIL  pane viene passato per due volte nella sfogliatriceSFOGLIATRICE

 

si ottiene un disco dello spessore di qualche millimetro

 

 

 

tela di lanatelail disco di pasta viene sistemato fra due teli di lana per

 

completare la lievitazione che dura complessivamente

 

cinque ore

 

 

SU COCHINGIU

cottura del paneIl pane viene infornato con una pala di legnopane gonfio “sa Pala”,

poi “sa cochidore” con grande maestria e delicatezza

lo muove, lo fa ruotare, saltare, con una pala di ferro: “sa palitta”,  affinchè la cottura sia uniforme .

Quando il pane è gonfio come un pallone, “uffrau” , lo estrae dal forno

 

 

S’IS-HOPRECONGIU

DUE SFOGLIEDIVISIONE IN DUE SFOGLIEAiutandosi con un coltello, il pane viene diviso in due sfoglie che vengono messe una sopra l’altra e lasciate riposare.

 

Quando tutto il pane è stato cotto, si fa abbassare la temperatura del forno.

In genere si approffitta  di questo momento per pranzare o bere un buon caffè.

SU HARASONGIU

TOSTATURA DELLE SFOGLIE A questo punto le sfoglie vengono rimesse TOSTATURA DEL PANE

nel forno per essere  tostate

 

 

 

 

 

pane carasauLe sfoglie vengono messe una sull’altra e pressate aiutandosi con un cerchio di legno o di sughero” su tageri” o  “su undu”

ed ecco pronto e fragrante il buonissimo pane carasau ……anzi HARASAU

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.